Archivi tag: gay_pride

Altre foto del Gay pride di Genova

carrofamiglie arcobalenoMa sì, perchè tenerle per me? tutte non le posso pubblicare, e ce ne sono anche da altre parti. Però per le persone che erano con me potrebbero essere un buon ricordo, e per chi non c’era uno stimolo non solo curioso.

piumeQueeverLa sindaca Marta Vincenzi ha proclamato Genova “città dei diritti”. Al di là della inevitabile retorica da comizio, e collegando questa espressione con alcune riflessioni di Rosi Braidotti (sentita in teleconferenza al Palazzo Ducale pochi giorni fa, intervistata da Nicla Vassallo), spero che si possa ulteriormente articolare il concetto. Cittadinanaza, diceva Rosi, anche locale, anche provvisoria, all’interno delle sfide della globalizzazione e del terzo millenio, la cui complessità non può essere in nessun modo ridotta. L’ipermobilità di alcuni (Bekam, le rockstar, i cittadini del mondo…) contrasta con l’impossibilità di muoversi di altri, i sans papier, i clandestini (da oggi, colpevoli del reato di giovani democraticiregina egiziaclandestinità…). Gli oggetti della nuova schiavitù, la tratta degli esseri umani, l’affare più lucroso delle mafie di tutto il mondo. La diaspora globale del capitalismo avanzato fa evaporare la retorica della mobilità assoluta: in realtà ci sono diversissime modalità di accesso, di flessibilità dei diritti, fino alla negazione totale.

Altro tema, che al Pride era declinato in mille diversi modi, quello dell’identità. Rosi l’ha affrontato nella dimensione europea come possibile spazio multiculturale, in cui le appartenenze tradizionali, al luogo di origine, alla nazione come legami alla cittadinanza sono in realtà allentati, oggi si dà mescolanza tra origine, nazionalità, cittadinanza. Senza nessuna nostalgia, ma cercando di cogliere le opportunità che il “soggetto aperto, complesso, multiculturale, nomade ha di fronte…”

1 Commento

Archiviato in ribellarsi è giusto

Gay Pride a Genova

lista lesbica

lista lesbica

bella regina

bella regina

Associazione genitori di omosessuali

Associazione genitori di omosessuali

Una manifestazione bellissima, su questo sono daccordo quasi tutti. Un mucchio di gente, dicono 200 mila, e non è stavolta una grande esagerazione perchè tutto il centro di Genova era PIENO di persone, anche famiglie intere, e anche di stranieri, soprattutto latini e dell’oriente. Ogni ogni tanto ci si fermava per vedere il corteo e poi si rientrava (anche io ho fatto così) con una mescolanza lieta e fluida e reciproca di osservatori e osservati. Un fantastilione di pixel in fotografie: solo io ne ho scattate 130, ne pubblico qui  qualcuna. Poi una lunga sosta per il malore di una manifestante: si è ripresa per fortuna. E molte risate, musica a palla, colori e calore, corpi statuari e corpi consunti, ma tutti in movimento, corpi e facce di ogni tipo, ma tutti allegri, vivi, vitali…umani, si può dire, l’umano quando è al meglio.

Genova Pride 2009contro l'ignoranza

corteo

E anche i cartelli e gli striscioni: intelligenti, comunicativi, incisivi…

Per una volta Genova è stata una gran bella città.

contro l'omofobia

4 commenti

Archiviato in ribellarsi è giusto