Archivi tag: Franco_Cassano

Cassano 4

Trascrizione completa in Franco Cassano a Sassuolo.pdf

Ho fatto una operazione che non si usa? (cancellare o modificare radicalmente dei post?) Ma una volta completata la trascrizione e linkata in formato pdf con le indicazioni per raggiungerla, la mia coscienza è pulita. Commenterei così l’intervento di Cassano: mi pare che sia un discorso “divulgativo” anche se per un pubblico molto attento e partecipe. Non sostituisce ovviamente, ma può invogliare alla lettura dei suoi libri, (sto leggendo “Il pensiero meridiano”, Laterza 2007) in cui  molti concetti, anche simili a questi, sono espressi in modo polemico e incalzante, ricco di immagini poetiche e pieno di passione intellettuale. Buona lettura.

2 commenti

Archiviato in filosofia

Cassano 3

Anche questo post è stato riassorbito dal file Franco Cassano a Sassuolo.pdf

Lascia un commento

Archiviato in archivi, filosofia

Cassano 2

Questo post è stato assorbito dal file pdf completo Franco Cassano a Sassuolo.pdf

1 Commento

Archiviato in filosofia

Franco Cassano a Sassuolo: “L’utopia dei beni comuni”

Come promesso, comincio qui la trascrizione della “lezione magistrale” dal titolo “Immaginare il futuro. L’utopia dei beni comuni” che Franco Cassano, docente di sociologia all’Università di Bari e molto noto come autore di saggi e libri sul “pensiero meridiano”, ha tenuto a Sassuolo il 20 settembre 2008, nell’ambito del Festival della Filosofia, dedicato quest’anno alla “Fantasia”. Ci sono in rete già diversi estratti, interviste, biografie ecc. del nostro autore, facilmente reperibili e quindi non sto qui a linkare pleonasticamente. Trascrivo sintetizzando. Naturalmente passando dalla comunicazione verbale alla scrittura si cambia in un certo senso la natura del messaggio, come ben si sa. Comunque, stando avvertiti, ritengo che ne valga la pena. E l’autore non se ne avrà a male, spero.

“Il tema che mi è stato proposto contiene una parola che non mi pare ricorra in altri titoli.  L’utopia è una forma determinata che ha una sua storia che non è il caso di ripercorrere. Vorrei attivare una lettura più modesta ma più precisa di utopia. Utopia oggi ha una “pessima stampa”, credo che una delle cose che a me dà fastidio, è quando si sente in un discorso qualcuno che immagina un futuro migliore e viene interrotto da un interlocutore che dice <sono utopie>. Questo succede perchè siamo reduci da un periodo in cui le utopie hanno provato a realizzarsi e hanno prodotto molti problemi, in alcuni casi addirittura dei mostri. E però credo che questo non ci debba spingere ad abbandonare i valori e i significati. Per prima cosa cercherei di distinguere l’utopia da altre forme della fantasia, che non è per niente assente dal mondo in cui viviamo, ci terrei a sottolinearlo. Non darei all’immaginazione e alla fantasia il significato di un elemento di radicale cambiamento di questo mondo, che è pieno di offerta di immaginazione e fantasia, che ci apre la vita, ci fa capire il mondo. I punti alti della tradizione culturale sono straordinarie costruzioni dell’immaginazione, senza le quali noi ci sentiremo tutti molto più poveri….

(Continua. Vedi il file completo in .pdf)

(franco_cassano_a_sassuolo_settembre_2008)

1 Commento

Archiviato in filosofia