Archivi tag: Berlusconi

Berlusconi. L’orgia del potere

Quest’uomo pensa che tutto gli sia permesso. Non volevo scrivere niente, perchè come tante sono schifata, allucinata che sia possibile arrivare a questo sconcio. Come faccio spesso, per i motivi generali e particolari per i quali questo episodio è un fatto politico (ovviamente sto scrivendo di Berlusconi e di Veronica Lario in Berlusconi, e della melma emergente e traboccante in tutti gli anfratti dei media italiani), vi consiglio la lettura del post di Femminismo al Sud, esemplare. Che il PD si rifiuti di entrare in merito dimostra solo che non ha capito ancora che la società italiana da almeno trenta anni è una mediacrazia. I fatti mediatici/politici sono fatti reali tanto quanto il crac Parmalat o la svendita di Alitalia.

Cortigiane nelle liste europee? ma sì, perchè no? un bel po’ di soldi facili, mica ci devi andare al Parlamento europeo, basta farsi eleggere. Lo stesso consiglio alla ragazza disoccupata: sposare (però può anche bastare dargliela) un uomo ricco…

Rosy Bindi? mica tutti si può candidare una così!” (Grande Rosy! sei la migliore! e ti difendi benissimo da sola, anche perchè le deputate PD ci hanno pensato due giorni prima di battere un colpo).

E’ di oggi la battuta sulle donne finlandesi…non si riesce a stargli dietro, una battuta cretina e volgare apre la strada a una maschilista e volgare, o solo volgare, o solo cretina, fate voi. E mi è venuto da vomitare al vedere le risate e gli ammiccamenti della platea di ministri e notabili che lo stava a sentire (ed è partito perfino un applauso!)

E chi mi spiega le foto taroccate? mio nipote che ha cinque anni avrebbe fatto un lavoro meno maldestro. Ma perchè? vorrei saperlo, anzi, esigo di saperlo. Come gli americani hanno voluto sapere per filo e per segno cosa aveva combinato Clinton, perchè aveva mentito E’ la menzogna sistematica il fatto grave e politico, in più naturalmente a tutto il resto.

Si cerchi di utilizzare delle fotografie come “vera testimonianza di quanto è accaduto” quando le foto  non  sono mai state “vere” per essenza del medium stesso, da quando è nato a oggi, e oggi più che mai. Solo in particolari circostanze, e interpretate a dovere, possono dare indizi sul alcuni aspetti dei fatti e avvenimenti. E’ un insulto all’intelligenza e competenza dei lettori e navigatori: nemmeno Vespa (al di là di ogni limite: devo pagare il canone rai per lo stipendio di codesto teleccaculo?) riesce a dare credibilità alla faccenda.

Quest’uomo è sempre più pericoloso. Per la democrazia, lo sappiamo da molto, dai tempi della P2, ma anche perchè è ricattabile, e forse ricattato. Proprio perchè è afflitto dal problema del suo pisello. Ma deve anche continuare ad ammorbare il popolo italiano?

Ps. I vescovi. Ora si scandalizzano, loro che hanno contribuito a far fuori quel marito e cattolico esemplare che è Prodi (che ha per me ben altri meriti). Anche loro frullati nell’orgia di potere. Ma tranquillizzatevi, non sarete dimenticati.

Annunci

1 Commento

Archiviato in ribellarsi è giusto

La speculazione edilizia prossima ventura

La Marmorata, Gallura

La Marmorata, Gallura

La Marmorata, bella spiaggia vicino a Santa Teresa di Gallura: orribilmente sfregiata dalla costruzione, anni fa, di due mostruosi edifici, e conseguente privatizzazione di metà della spiaggia. Che poi sia stata fonte di grandi affari, è da vedere: alla fine di luglio, le sdraio erano quasi tutte vuote…la gente cercava di stare lontana e se non poteva, guardava da un’altra parte.
Ecco, questo è un esempio eclatante, dei mille che si potrebbero fare, di come l’avidità, l’ignoranza e la corruzione riducono il territorio: è di oggi il “piano anticrisi” di Berlusconi per “ampliare le ville” italiane senza mettersi fuorilegge…da uno che le leggi se le fa per i propri interessi, è una campana che suona a lutto, per il paesaggio, i centri storici, le belle spiagge italiane. I posti di lavoro? è una solfa già sentita: in tutta Europa, Spagna compresa, si sono visti gli effetti devastanti anche e soprattutto sull’economia locale della speculazione edilizia. Ma noi no, dobbiamo continuare a illuderci, a giocare al lotto e al “gratta-e-vinci”, a distruggere per un po’ di soldi immediati le uniche cose veramente di valore che abbiamo, e che con un uso intelligente e sostenibile possono portare a un benessere duraturo. Che paese di coglioni. Non c’è altra definizione possibile.

La Marmorata, sdraio vuote, fine luglio 2008

La Marmorata, sdraio vuote, fine luglio 2008

Lascia un commento

Archiviato in fregare il popolo

Oscar a Berlusconi per le battute più volgari

Dalla Repubblica : Carla Bruni, Berlusconi nega la gaffe
Due deputate PD lo denunciano per le sue battute insopportabilmente maschiliste alla Corte Europea.

Lui smentisce (ti pareva?) “La vera frase: ho studiato alla Sorbona”

Giuliano Galletta, ieri sera a cena, chiarisce il mistero, da fine ermeneuta: “ho studiato alla Sor…bbona”.

Ecco, tutto chiarito. Di che ci lamentiamo?

Lascia un commento

Archiviato in ribellarsi è giusto

Software libero, Brunetta, CAI… i poco trasparenti affari della Pubblica Amministrazione italiana

Leggo sulla lista Archivi 23 questo post, che mi pare molto interessante, ringraziando Azzurra Camoglio che l’ha inviato, e che premette una nota che con l’uso del sw libero i costi anche nel settore archivi sarebbero di gran lunga minori. Associazione per un software libero. Lettera aperta al Ministro Brunetta.

Ma non siamo in un momento di crisi, tagli e risparmi? e perchè non risparmiare molti milioni di euro di licenze sw (pare 250 MILIONI all’anno!) e devolverli alla scuola, alla ricerca, ai centri antiviolenza delle donne!?!

Insieme a questo motivo di incazzatura, voglio condividere con voi la mia rabbia che sta salendo, salendo di giorno in giorno, di settimana in settimana,  la crisi e le banche (io ho un mutuo a tasso indicizzato, sono molto sensibile all’argomento! diminuisce il costo del denaro, ma il tasso, come la benzina con il petrolio,  scende dello 0, 001…). E poi la scuola, il G8 e la Diaz, la CAI ALITALIA…non passa giorno senza una malefatta…ieri sera ho visto al TG di SKY (che non è esattamente un telegiornale schierato a sinistra), un interessante e accurato servizio sulla CAI, che sottolineava gli aspetti salienti della faccenda. Saprete già tutto, ma comunque, per i distratti…

L’affare CAI-Alitalia si configura così:  sono gli acquirenti (la “cordata” dei furbetti amici di berlusca) che scucendo oggi pochi euro (diecimila a socio! una gita fuori porta per i nostri industriali patriottici!)  e “spalmando” la spesa negli anni a venire, non solo si comprano l’Alitalia e appioppano ai contribuenti il suo debito mostruoso, non solo decidono, unici acquirenti, senza concorrenza, il prezzo attraverso i loro Advisor,  (Banca Leonardo, nel cui consiglio di amministrazione risiedono alcuni dei soci Cai!!!!), che è un prezzo più basso di molte centinaia di milioni di euro a quanto valutato pochi mesi fa, (ed escludendo i debiti che allora erano compresi!!!!), non solo ricattano e minacciano i dipendenti( via le madri single! via chi ha disabili a carico! via i rompipalle che vogliono difendere le loro condizioni di lavoro!) e riducono i voli cercando di far ricadere la colpa sul personale, perchè con quelli che verranno assunti la CAI NON ce la FARA’ MAI a mantenere il livello passato di prestazioni, però la colpa deve essere del “fronte del NO”, non della compagnia. Sono previsti migliaia di “esuberi”, 8000: molti di più di quelli del primitivo progetto prodiano di Air France, contro cui il governo ha montato la sua campagna elettorale patriottica. E poi tutto questo finirà che tra pochi anni la compagnia verrà venduta proprio Air France (100% – è già tutto previsto, non sono fantasie) con un bel guadagno della “cordata italiana”, che “senza soldi si è comprata Alitalia”, come ha dichiarato a un pilota uno dei soci Cai (in un casuale incontro in un bar in vacanza all’estero, bello soddisfatto e rilassato). E con buona pace del tricolore dipinto sulle ali! un vero “pacco” all’italiana, con i contribuenti mazziati, cornuti e contenti.
Eccolo lì, ora ci spieghiamo il grande afflato di sentimenti tra il Governo e la Confindustria…che ora piange che vuole anche lei contributi anticrisi…sono in ottima sintonia…a fare affari sulla pelle nostra sono ben capaci…però i quattrini per i poveracci non saltano mai fuori. Questo della CAI mi pare un imbroglio che farà impallidire il ricordo di PARMALAT e CIRIO, ma tutto fatto dallo STATO!!!

Quando si incomincia con il conflitto di interessi, non si può finire che a mettere le mani in tasca alla gente. E poi non diciamo che non eravamo avvertiti- un popolo più idiota del nostro non si è mai visto. E amen, se ci estingueremo per consumo del cervello causa abuso di RAISET, nessuno credo che ci rimpiangerà.

PS. Ah già, dimenticavo, c’è anche il “caso Villari”. Non ho ancora capito perchè il PD non lo butta fuori a ruzzoloni; e non ho capito perchè la Guardia di Finanza non va a controllare un po’ i suoi conti, e quelli di mogli, zie, cognati ecc. E’ tanto difficile capire cosa è successo? ma andiamo!!!! siamo nelle mani di una banda di rincoglioniti – e bisogna dire che Di Pietro è l’unico che, a modo suo e con diversi scivoloni, vedi commissione G8 (prima bocciata e ora invocata) dice le cose fuori dai denti. Ma per fare una opposizione efficace ci vuole ben altro…

2 commenti

Archiviato in fregare il popolo