A Genova un Museo dell’emigrazione.

Aprirà tra breve a Genova, nella sede del Galata, Museo del mare, una mostra e poi un Museo dedicato all’emigrazione. La notizia mi interessa molto, anche per motivi personali. Una parte dei miei antenati (per la precisione, la mia nonna paterna e la sua famiglia) erano liguri emigrati negli Stati Uniti alla fine dell”800. Non mi mancano notizie su di loro, e anche i contatti con alcuni dei numerosi cugini sparsi per gli States, ma i legami si sono molto affievoliti, da quando, da ragazzine, una cuginetta americana coetanea mandava a me e a mia sorella degli stupendi album di fotografie di… Ricky Nelson (e chi era costui, diranno i più? – non ve lo spiego, per non togliervi il piacere della scoperta!).

In attesa di capire come, attraverso questa cacca di Windows Vista, possa riuscire a fare una cosa così stupida come salvare una pagina pdf e ripubblicarla sul blog, (sto pensando di disistallare Vista – mi fa venire i nervi, e ci perdo un mucchio di tempo),  pubblico  una foto del mio bisnonno Domenico Domenico Rovegno a New York, inizio NovecentoRovegno, che partì da Tribogna, piccolo paese della ligure Valle Fontanabuona, per cercare fortuna in America. La trovò, e poi la perse tutta – nel 1929. Ma prima mia nonna Jenny tornò nella Valle, da “ereditiera”, e sposò un bel giovanotto biondo dai baffi superbamente arricciati…

Il seguito in qualche prossimo post.

Annunci

13 commenti

Archiviato in beni culturali, memoria

13 risposte a “A Genova un Museo dell’emigrazione.

  1. bellissimo, benvenute nel mio blog dedicato al nostro show.

    ho inserito il link al vostro blog…merita davvero.

  2. Non sapevo di questo museo. Mi informerò per sapere se ora è aperto…è un argomento che mi appassiona tantissimo ed è una notizia meravigliosa sapere che finalmente Genova dedichi uno spazio ad un pezzo così importante della sua storia. Un saluto Roberta

  3. Pingback: Mio bisnonno emigrante « Archivagando

  4. Pingback: E da Genova, col Sirio partivano… « Archivagando

  5. giliola Panciroli

    Desidererei sapere quanto tempo circa impiegava una nave nel 1897 a trasportare i nostri antenati che emigravano in Brasile.
    Grazie per la gentile risposta.
    G. Panciroli

  6. deffe

    Risposta a Giliola Panciroli: gli emigranti italiani da Genova al Brasile (10.000 KM) ci mettevano circa un mese, intorno alla fine del ‘800 e primi ‘900.
    Notizia tratta da questo articolo: Elio Benatti PARTONO I BASTIMENTI
    -storia della emigrazione mantovana in Brasile-
    http://www.mantovaninelmondo.com/associazione/notizie/2007/Benatti-Seminario%208-9-2007.pdf
    cari saluti

  7. procuro origem dos TUNINI em Toscana.
    poderiam indicar um site.
    obrigada

  8. deffe

    Gentile Luisa Tunini, se leggi l’italiano ti consiglio le pagine dell’Archivio di Stato di Firenze
    http://www.archiviodistato.firenze.it/statocivile/index.html
    dove trovi una Guida per fare ricerche; le ricerche stesse però vanno fatte sui volumi dei censimenti, cioè in loco (a Firenze).
    Oppure sul motore di ricerca e sito Gens:
    http://www.gens.labo.net/en/cognomi/
    Ho fatto una ricerca qui, e il risultato è che il cognome TUNINI è presente in soli tre comuni, e non in Toscana.
    Sei certa che sia scritto così? forse è un errore di trascrizione: TOnini è molto più frequente, anche in Toscana. Cercalo su Gens.
    Ciao Paola

  9. Arsenio Fornaro

    Cerco foto e documenti dello piroscafo Genova. su quasta nave io e famiglia siamo emigrati a Santos, Brasile nel 1954. Ora abbitiamo negli Stati Uniti.
    Grazie.

  10. deffe

    Ho trovato qualche informazione nel sito di Navi e Armatori, nella pagina dedicata alla società COGEDAR (Compagnia Genovese d’armamento). In effetti si parla di una nave “Genova” in servizio sulla rotta del Brasile…sarà probabilmente quella? Non ci sono fotografie, peccato, solo qualche notizia. Auguri!

  11. Pingback: Genealogie « Archivagando

  12. motonave Genova entrò in servizio nel 1949, stazza lorda 8152 stazza netta 4874 (ex Capitaine Potie, ex Empire Swan, ex Belgian Freighter, varata a Chester nel 1922, nave da carico adattata al trasporto di 800 emigranti dopo il suo acquisto nel 1948. Dopo alcuni viaggi sulla rotta per il Brasile, Plata dal settembre 1949 al nov.1950…..

  13. Arsenio

    grazie mille a voi, Deffe e Tommaso sulla nave Genova e d’il Museo . conservero’ i dati per future consultazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...