Salva con nome

26 di ottobre. Naturalmente, il giorno della presentazione del libro, dopo tre mesi di siccità tipo deserto del Nevada, pioveva a dirotto. Il traffico dei genovesi e dei visitatori del Festival della Scienza è naturalmente subito impazzito. Venti minuti per fare venti metri. La nutrita pattuglia di partecipanti all’incontro per la presentazione di “Salva con nome” meriterebbe la medaglia al valor femminista solo per questo. E si sono anche divertite! Infatti, erano le sette e passa, e nel salone dell’Associazione Zenzero c’erano ancora interventi, e donne che avevano ancora voglia di ricordare, di proporre, di confrontare esperienze…
E’ stato un bel pomeriggio. Alessandra ha raccontato diversi momenti della sua biografia, anche attraverso le slides di immagini e i documenti che avevo preparato. Le Archinaute hanno “interpretato” con passione dei brani di documenti, soprattutto delle centocinquanta ore delle donne, tenute a Genova negli anni ’70, compresi slogan dei cortei; avevamo piazzato sui muri e sulle colonne della sala un mucchio di fotografie e manifesti d’epoca. Anche la fotografa femministaYelise Manganaro ci aveva portato, molto gentilmente, alcune sue bellisime foto. Abbiamo visto il sintetico ed efficace video sul Forum di Pechino 1995 (anzi quello delle Ong di Huairou), di Tilde Capomazza.

E poi ho rivisto vecchie amiche, Anna, anche lei fotografa, Eleonora, Francesca di ritorno dall’Africa…è stato un incontro molto bello, ma che ha toccato anche temi complessi, e riflessioni e ragionamenti su periodi estremamenti importanti della nostra vita (e della storia di tutti/e). Ora non ho voglia di dire altro, magari tra un po’, quando le cose si sono sedimentate.

Però ho promesso (e mantengo), di mettere il testo del mio intervento. Quello che ho detto non si è allontanato da questo che è lo scritto preparatorio. Perciò, beccatevi la mappazza Salva con nome.

Annunci

3 commenti

Archiviato in archivi

3 risposte a “Salva con nome

  1. Pingback: Copia/incolla e linka: siano sempre benedetti « Archivagando

  2. laura varlese

    Sto svolgendo una ricerca sulle donne nella Flm per la mia tesi di laurea specialistica in storia, e sto riscontrando la difficoltà di trovare materiale interessante qui a Roma (sto infatti organizzando una trasferta a Genova!). Ho spulciato “I consigli”, ma c’è ben poco, e nei documenti dei congressi Flm i riferimenti alle compagne sono sporadici! Eppure non mi scoraggio perchè, pur non avendo vissuto quegli anni (tra parentesi….la mia ricerca si conclude con l’anno 1983… il mio anno di nascita!)sento l’esigenza di investigare, di fare chiarezza su quel periodo storico. Ho letto “Salva con nome” e l’ho trovato uno strumento prezioso: proprio da quel volume è nata l’idea per la mia tesi.
    Laura

  3. Ehi Laura, che piacere mi fa sapere che il mio lavoro sia servito a qualcuna. Se hai bisogno di indicazioni, scrivimi pure a questa mail:
    paola.deferrari47@gmail.com Ciao P.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...