Biblioteche e archivi delle donne a Torino

Torino o cara…capitale intellettuale, città vivace e bella, mi piace molto, e in questi anni l’ho frequentata spesso. Ora segnalo un prossimo incontro sempre su temi che mi coinvolgono e che si svolgerà “al solito posto”, cioè al già lodato Circolo dei lettori, in via Bogino, il giorno 3 ottobre 2007 alle ore 9. Il titolo dell’iniziativa è “Women’s Lib-rary”, e qui c’è la bella locandina. Come si vede, l’iniziativa è promossa dal Centro studi e documentazione Pensiero femminile di Torino.

Molti degli interventi sono affidati a donne che hanno fatto parte della Rete Lilith, la rete storica italiana dei Centri di documentazione, biblioteche e archivi delle donne, nata negli anni ottanta dal “movimento dei Centri”, che ha molto pensato e anche molto prodotto sul rapporto donne-linguaggio, sul sessismo nella lingua, sull’utilizzo di nuove tecnologie in tutti gli ambiti in cui le donne vogliono creare, comunicare, imparare. Io stessa ne faccio parte, dall’inizio degli anni ’90.

Dopo un momento di pausa, che dura da un paio di anni, ora nella Rete si sta cercando di iniziare una fase nuova, aggiornando anche le modalità organizzative. Si pensa non più a una rete di soli Centri, ma a cui possano partecipare anche singole donne. La piattaforma su cui girano le basi dati Lilith e Lilarca va aggiornata, approfondendo l’analisi delle possibilità e di ciò che può essere più congruo. Il Thesaurus di genere femminile Linguaggiodonna è stato il primo in Italia e tra i primi in Europa. Anche per lui gli anni sono passati, (più di venti!)… Ora si legge di creazione di nuovi Thesauri e di loro applicazione anche in ambito archivistico. Questo sarà proprio l’oggetto del mio intervento, con il confronto tra l’esperienza della Rete Lilith, che con il Gruppo Archivi ha riordinato, descritto informaticamente, e indicizzato con il Thesaurus Linguaggiodonna alcuni archivi femministi, e altre realtà, specialmente Archivi del Novecento, la grande rete di archivi che da alcuni anni ha avviato la riflessione e la sperimentazione su questo tema. Che il signore degli archivi me la mandi buona…non è un tema precisamente capace di suscitare urli di entusiasmo tra il pubblico…ma d’altra parte, mi sembra un buon punto di convergenza, anche se problematico, tra biblioteche e archivi. Staremo a vedere…alla prossima puntata.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in archivi, biblioteche, convegni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...